Analisi delle urine
Ultime news
  • Multivitaminici o monovitaminici: come e quali scegliere?

    17 Ottobre 2017

    Le vitamine sono delle sostanze essenziali, per il perfetto benessere fisico e mentale, ma il nostro organismo, non è in grado di poterle produrre da solo. Queste molecole sono fondamentali, per la crescita e per la corretta funzionalità di tutto l'organismo.

    Le vitamine a loro volta, si dividono in idrosolubili e liposolubili. Quelle idrosolubili si sciolgono in acqua, come la vitamina B e la C, mentre quelle definite liposolubili, si sciolgono nei grassi e sono la vitamina A, la D, la E e la K. Il nostro organismo, può sintetizzare la vitamina D, ma tutte le altre possono essere assorbite tramite una sana e corretta alimentazione.

    In presenza di carenza di vitamine, come è meglio comportarsi e quali prodotti scegliere? Semplice. I prodotti, che si può decidere di assumere sono i multivitaminici o i monovitaminici. I multivitaminici contengono una preziosa fonte di sostanze che sono vitamine, nutrimento e sali minerali. I movitaminici, invece rappresentano una categoria di integratori, che contiene una sola vitamina e sono indicati, in caso di carenze specifiche.

    La preziosa attenzione, per scegliere l'integratore più adatto alle proprie esigenze è quella di basarsi sul fattore dell'età, perché i prodotti sono disponibili e diversificati per i bambini, per gli adulti e gli anziani. Le vitamine all'interno del nostro organismo, non devono essere mai carenti, perché molte di loro, permettono il corretto assorbimento di altre sostanze indispensabili. Facciamo un semplice esempio, per capire meglio, perché la giusta quantità di vitamina C, facilità il corretto assorbimento del ferro, da parte dell'organismo.

    I nostri farmacisti sono a vostra disposizione, per qualsiasi domanda di chiarimento sull'argomento appena trattato.

  • Distorsione alla caviglia: come comportarsi e come intervenire correttamente sul problema

    16 Ottobre 2017

    La distorsione della caviglia o più semplicemente, chiamata storta è una condizione, che provoca gonfiore e dolore, spesso insopportabile.

    Quando il piede non viene poggiato a terra correttamente, l'articolazione della caviglia, può essere la sfortunata vittima di una distorsione. Infatti, in seguito al movimento "violento", brusco e scomodo, l'articolazione in queste situazioni, riscontra una leggera modificazione, che può causare lesioni alle capsule articolari, ai legamenti, ai vasi e ai tendini.
    In base alla natura del trauma, si possono verificare dei versamenti di liquidi (edema), oppure la rottura dei vasi con la fuoriuscita del sangue (ematoma).

    Quando la situazione, non è grave per ridurre il gonfiore e il dolore è sufficiente, applicare il ghiaccio con frequenza e tenere la gamba ben sollevata. Per attenuare l'infiammazione si può applicare una pomata antinfiammatoria e analgesica. Molto indicati sono i gel a base di ibuprofene, di ketoprofene o di diclofenac, perché si assorbono velocemente e danno un senso di sollievo quasi immediato. Inoltre, per accelerare la guarigione si può fasciare la caviglia, con una fascia elastica, perché in questo modo si tiene l'articolazione a riposo.

    Nel caso in cui, il dolore diventi intenso, il movimento difficoltoso e compaiono edemi è meglio, rivolgersi al proprio medico. Per consigli, dubbi e un primo aiuto per alleviare questo problema, potete rivolgere le vostre domande ai nostri farmacisti.

  • Terapia ormonale sostitutiva: di che cosa stiamo parlando?

    15 Ottobre 2017

    La menopausa e la sua comparsa, per ogni donna sembra un dramma e spesso affrontarla con la giusta serenità, può risultare molto difficile. Come ben sapete in questo momento specifico della vita, le mestruazioni si interrompono e spariscono. Infatti, la diminuzione degli ormoni estrogeni e la mancata attività delle ovaie, conclude il suo ciclo fertile nella donna.

    Tuttavia per bilanciare, appunto la forte riduzione degli ormoni estrogeni, si può intervenire sul problema, con un trattamento specifico, che si chiama terapia ormonale sostitutiva. Questo tipo di "cura" agisce calmando, i scomodi e fastidiosi sintomi della menopausa. Infatti, questo trattamento, agisce controllando le vampate di calore e mantiene l'umore stabile. In più, influisce sul mancato desiderio sessuale, migliora l'elasticità e il tono della pelle e protegge, dalla comparsa dell'osteoporosi.

    La possibilità di poter iniziare una terapia ormonale sostitutiva, deve essere in tutte le condizioni, valutata da uno specialista e scelta in base alle esigenze e le necessità di ogni donna.

    Per maggiori informazioni su questo tipo di terapia ormonale, potete rivolgere tutte le vostre domande e qualsiasi dubbio al nostro personale farmaceutico. Riceverete consigli mirati, per affrontare con serenità la menopausa.

Rubriche
  • COME INIZIARE A FARE SPORT DOPO I 40 ANNI

    04 Ottobre 2017

    Molto spesso nella vita capita, che ad un'età ormai adulta, si senta il desiderio di voler iniziare a fare sport. In altre situazioni, invece, si avverte la voglia di volersi dedicare semplicemente allo svolgimento di un pò di movimento fisico. Ma secondo voi, un uomo o donna possono iniziare a praticare questo tipo di attività, avendo più di 40 anni? Possono iniziare, anche se nella loro vita non hanno praticato mai sport? La risposta è decisamente si. Infatti, tutti possono iniziare questo tipo di avventura, anche non avendola mai pratica prima nella loro vita, perché la cosa più importante è quella di essere decisi nelle proprie scelte e affrontarle con il giusto impegno. La regola numero è porsi un obbiettivo e dare il massimo per raggiungerlo. Quindi che voi siate un uomo o una donna di oltre 40 anni, potete rimettervi tranquillamente in gioco e praticare lo sport che più preferite.

    Per prima cosa, dopo aver preso la decisione di fare sport, assicuratevi di essere in perfetta salute in modo da evitare l'insorgere di disturbi che renderebbero la vostra attività sportiva una pura sofferenza. Il consiglio è quello di effettuare, un controllo medico, prima di iniziare ad allenarvi, perché partire con il piede giusto facilita l'impresa.

    Dal momento che avete la sicurezza di essere in perfetta salute fisica, potete scegliere il vostro tipo di attività da svolgere secondo il vostro tempo a disposizione. La scelta deve essere fatta, in base al tempo che decidete di dedicare allo sport, da quello che volete ottenere, quante volte a settimana e quante ore giornalmente volete allenarvi.

    Date il massimo senza mai esagerare, non è una gara dove dovete dimostrare qualcosa agli altri, ma dovete rendere conto solo a voi stessi, di essere in perfetta sintonia con ciò che state facendo.

    Non fermatevi mai, perché nella vita non è mai troppo tardi, per iniziare e fare qualcosa, che non avete mai fatto. L'impegno e la costanza sono le strade, che guidano al successo.

  • VISO, PELLE SECCA? RIMEDIAMO

    27 Settembre 2017

    Quando la pelle del viso appare secca, questo vuol dire che alla base manca una buona dose di idratazione. Le cause che manifestano questa problematica sono legate a sbalzi climatici, all'alimentazione sbagliata, all'eccessiva esposizione al sole, ai fattori genetici e purtroppo anche lo stress, incide andando a danneggiare l'epidermide.

    Se la pelle del vostro viso è secca, intervenite nutrendola a fondo, perché la secchezza cutanea favorisce la comparsa delle rughe con maggior facilità e quindi questo vuol dire, invecchiamento in minor tempo. Non preoccupatevi, perché se seguite delle piccole accortezze e attenzioni quotidiane, risolverete questo fastidioso problema. In questa nuova guida andremo a preparare, delle maschere naturali e semplici che andranno a svolgere un lavoro perfetto. Stop alla pelle secca.

    Maschera allo Yogurt e Miele, vi occorre 1 cucchiaio di miele e 2 cucchiai di yogurt, mettete questi due ingredienti in una ciotola e andate a mescolarli con cura creando un composto omogeneo e soffice. Successivamente applicate la vostra maschera, sulla pelle del viso completamente pulita e asciutta. Lasciate in posa per circa 15 minuti e sciacquate con acqua tiepida, evitando il contatto con gli occhi. Per riscontrare effetti benefici e validi nel tempo, ripetete questo trattamento almeno due volte a settimana preferibilmente la sera in modo da dare alla pelle la possibilità, di riposarsi durante la notte e quindi rigenerarsi in profondità. Questa maschera garantirà alla vostra pelle, nutrimento e idratazione, donando un effetto setoso e luminoso.

    Maschera con Banana e Gocce di Limone, vi occorre una banana e qualche goccia di succo di limone, metteteli entrambi in un tegame e schiacciate, con cura la banana in modo da creare una poltiglia. Applicate sul viso con cura e senza esagerare con le quantità, altrimenti vi colerebbe tutto addosso. Lasciate agire per circa 5 o 10 minuti e in seguito, sciacquate delicatamente con acqua tiepida. Applicate questa maschera idratante, almeno due volte a settimana e la vostra pelle apparirà, luminosa e risulterà piacevole al tatto.

    Non dimenticate di nutrirvi, con frutta e verdura, perché che sono alimenti ricchi di acqua e aiuteranno la vostra pelle, a mantenersi idratata in modo naturale.

  • Io, il mio bambino, l´olio di mandorle e la crosta lattea

    13 Settembre 2017

    Oggi sono veramente stanca! Ho corso di qua e di là senza sosta per fare mille commissioni, ma ho scordato di acquistare la cosa più importante di tutte, quella per la quale ero uscita: l'olio di mandorle per Andrea! Io adoro l'olio di mandorle dolci, rigorosamente bio, senza conservanti, privo di profumazioni, insomma l'olio di mandorle puro e totalmente naturale. Eh sì non potrei proprio farne a meno!

    Nella mia vita da quando è nato il mio bambino non sono rimasta un solo giorno senza quest'olio speciale; lo ho usato addirittura per la crosta lattea! Penserete: per la crosta lattea? Eh sì, proprio per rimuovere quell'orribile dermatite seborroica che a un certo punto “ha invaso” la testa del mio bimbo. Povero Andrea, aveva la pelle ricoperta di piccole crosticine giallastre, che pena! Per farla breve, per rimuoverle imbevevo un piccolo batuffolo di cotone con il mio magnifico olio di mandorle e glielo passavo con molta delicatezza in tutta la testolina, quindi rimuovevo le crosticine staccate con un pettinino a maglie fitte e il gioco era fatto: piano piano quelle orribili squame sono andate via. Che sollievo!

    Ad ogni modo, l'olio di mandorle non mi abbandona neanche oggi: in lui ho scoperto veramente un ottimo alleato. Ciò che infatti vale per tutti i piccoli vale anche per il mio bambino: la sua pelle è delicatissima e super sensibile; per questa ragione ho usato fin da subito quest'olio per massaggiargli la pelle arrossata, soprattutto nella zona del pannolino. I risultati sono veramente strabilianti, infatti l'olio di mandorle è super nutriente, è emolliente, è lenitivo e chi più ne ha più ne metta! In altre parole: è un ottimo olio per massaggio, davvero fantastico! Un vero e proprio cosmetico naturale da tenere sempre con sé.

    Ogni tanto mi capita di aggiungere qualche goccia di quest'olio anche nell'acqua del bagnetto di Andrea che addiziono rigorosamente con un po' del solito amido di riso; i risultati sono davvero sorprendenti: la pelle del mio bambino risulta sempre idratata alla perfezione!

Altri reparti
Analisi colesterolo, trigliceridi, glicemia, ldl, hdl

Analisi colesterolo, trigliceridi, glicemia, ldl, hdl

Misurazione pressione

Misurazione pressione

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.